Radius: Off
Radius:
km Set radius for geolocation
Cerca

Informazioni Evento

  • Sab
    11
    Apr
    2015

    santuario

    “Un click sul Santuario dei Cetacei”, primo contest fotografico destinato a tutti gli amanti della fotografia, del mondo marino e della natura in programma da aprile a fine agosto, è stato presento a Camogli dal vicesindaco Elisabetta Caviglia e dai tre giovani ideatori: Valentina Cappanera, collaboratrice di Giorgio Fanciulli, direttore dell’Area Marina Protetta di Portofino; Gianluca Bozzo, della Golfo Paradiso s.n.c. e dal grafico Enrico Massone, che si occupa della parte web, grafica, social network, etc..

    “Siamo posizionati al centro del Santuario dei Cetacei, abbiamo un ambiente bellissimo da promuovere e ciò rappresenta anche un’opportunità per lo sviluppo del turismo. L’idea di questi giovani è stata volentieri sostenuta dal Comune ed è anche l’occasione per creare ancora una volta una sinergia tra le diverse associazioni cittadine” ha spiegato Caviglia.

    In pratica il photo contest consiste nell’organizzare escursioni in mare durante le quali chi vorrà potrà, nel caso si verificasse un avvistamento di cetacei, scattare delle fotografie da inviare al sito internet www.unclicksulsantuariodeicetacei.it. Le foto (massimo 3) potranno essere scattate non necessariamente dal battello della Golfo Paradiso, ma dovranno essere di quest’anno.

    Il Festival della Comunicazione, che si svolgerà dal 10 al 13 settembre, ospiterà una mostra con le 20 fotografie selezionate da una giuria formata da Maurizio Wurtz, biologo, professore di tecniche di monitoraggio dei cetacei all’Università di Genova; due membri dell’Area Marina Protetta; uno della Golfo Paradiso; un fotografo) e le 3 migliori, e più votate sul web, saranno premiate con una targa e tessere omaggio della Golfo Paradiso per le inizitive del 2016; quella più votata sul contest diverrà l’immagine della campagna pubblictaria del whalewatch 2016.

    “Abbiamo intenzione di allestire la mostra anche in altri Comuni ed altre Aree Marine Protette anche straniere, come quella francese di Porquerolles – spiegano gli ideatori – Il nostro obiettivo è quello di creare un grosso contenitore non solo di foto, ma anche di informazioni sul Santuario dei cetacei e sulle iniziative che vi si svolgono. Pensiamo, il prossimo anno, di allargare gli argomenti aggiungendo magari un photo contest sui sentieri del Monte di Portofino o su quello che c’è sotto il livello del mare”.

    E per promuovere l’iniziativa sabato 11 aprile è stata organizzata la prima escursione che partirà da Genova con a bordo un centinaio di blogger; dopo la giornata di osservazione e divulgazione faranno tappa a Camogli dove a Castel Dragone potranno approfondire la conoscenza del borgo marinaro attraverso video e spiegazioni. Il tutto grazie alla collaborazione tra Area Marina Protetta Portofino, Golfo Paradiso snc (Whale watch Genova e Imperia), Comune di Camogli, Ascot, Gruppo U Dragun, Associazione San Fortunato, Pro Loco, Pecora Verde, che propone escursioni di turismo sostenibile e che, per l’occasione, si è occupata del coinvolgimento di diversi giornalisti e blogger.

    All’iniziativa, utile nell’ambito del progetto Life+09 Arion cofinanziato dalla Commissione Europea, partecipano anche il Wwf e l’Acquario di Genova: il primo garantendo la presenza di biologi per dare informazioni, il secondo per la parte scientifica ovvero l’acquisizione dei dati e la loro elaborazione.