Biblioteche

Civica Biblioteca Niccolò Cuneo

Biblioteca

La prima Biblioteca di Camogli fu la Biblioteca Circolante sorta nel 1869 per iniziativa del Prof. S.Mondini, direttore delle Scuole Elementari ed amministrata da una Commissione permanente composta da otto membri. I primi iniziatori furono gli alunni della Scuola Tecnica Comunale i quali, spontaneamente, dettero un piccolo contributo che servì per le prime spese necessarie alla nuova istituzione culturale. Per circa quarant’anni la Biblioteca Circolante, che nel 1932 risultava possedere oltre 2900 volumi, fu diretta da Davide Vignola già direttore delle Scuole Elementari.
Il 14 novembre 1948 il Cav. Elia Cichero, allora presidente della Commissione della Biblioteca, fece consegnò formalmente al Comune di Camogli il patrimonio della
Biblioteca Circolante, affinchè fosse unito alla Civica Biblioteca “Niccolò Cuneo” da poco inaugurata. Infatti, con la delibera n. 128 del 1° dicembre 1945, il Comune di Camogli accettò la donazione di 27.549 volumi da parte della sig.ra Ortensia Schiaffino, vedova Cuneo, che così facendo rendeva esecutiva la volontà del figlio Niccolò, deceduto nel campo di concentramento di Gusen (Austria) il 3 aprile 1945, il quale aveva disposto nel testamento la donazione della sua biblioteca a favore della Città di Camogli.
L’inaugurazione della Biblioteca “Niccolò Cuneo”, che aveva sede nella centrale Piazza Schiaffino, avvenne il 24 ottobre 1948 presenti le autorità cittadine e provinciali e i familiari di Niccolò Cuneo.
Il 2 giugno 1963 la Biblioteca, che nel frattempo si era arricchita di molti altri volumi, venne trasferita definitivamente nella nuova sede in Via G.B. Ferrari , dove si trova attualmente, sistemata in sale spaziose e luminose una delle quali è interamente dedicata alla raccolta napoleonica.
Il patrimonio librario della Biblioteca comprende anche i volumi che Niccolò Cuneo ricevette dal barone Alberto Lumbroso, grande storico, appassionato cultore di studi napoleonici, il quale aveva raccolto opere rare di storia del Risorgimento, di storia della Rivoluzione Francese, del primo e secondo impero e opere di ogni lingua riguardante la guerra del 1915 – 19 completate da intere annate di giornali dell’epoca. Attualmente la Biblioteca “Niccolò Cuneo” possiede oltre 40.000 volumi.

Biblioteca La Millenaria

Il vecchio edificio della biblioteca si trova sulla parte alta della collina del passo della Ruta  e si affaccia sulla via Romana poco dopo la Chiesa parrocchiale, di fronte alla scalinata che conduce a Portofino Kulm. La sede della Biblioteca  stretta tra le case da un lato, si apre invece sulla vista del Golfo dal versante che guarda il mare dove nell’ampia terrazza  sull’esterno  nelle belle giornate di sole è possibile godersi la lettura  anche all’aperto.
Circa seimila volumi – di cui più di duemila per ragazzi – e più di settecento supporti video.
Oltre alle usuali sezioni è presente una sezione di lingue straniere per ragazzi e per adulti (inglese, francese, tedesco, spagnolo), una sezione dedicata allo Sport, la sezione locale.
Libri e video possono essere presi in prestito o fruiti anche in sede come da regolamento.
La Biblioteca è anche luogo di aggregazione. Vi si alternano vari corsi (chitarra, pizzo al tombolo, inglese, disegno) e numerosi eventi ed iniziative che hanno dimostrato buona partecipazione ed apprezzamento.